Chi siamo

VEDRAI è una Società per Azioni fondata nel 2020 che utilizza una tecnologia proprietaria basata su AI, con 10 anni di qualificata esperienza sul mercato. Il nostro obiettivo è sostenere e stimolare la crescita delle piccole e medie imprese europee, cuore pulsante del nostro sistema economico e produttivo.

La vision di Vedrai è di ridare il tempo agli imprenditori, offrendo loro uno strumento per cogliere le migliori opportunità e affiancarli nel processo decisionale verso scelte che riducano l’incertezza e massimizzino la redditività.

VEDRAI è una realtà in rapida crescita, giovane, motivata e tesa verso un’innovazione continua. Nasce per volontà del suo giovane presidente e fondatore Michele Grazioli, inserito da Forbes tra gli under 30 più influenti nel settore dell’innovazione e imprenditore riconosciuto a livello internazionale nel settore AI.


Leggi la nostra vision +
michelegrazioli

Our founding vision

Una lettera da Michele Grazioli

Il valore di un’azienda si misura con la capacità delle sue persone di sognare in grande.

Sono sempre stato un perfezionista. Passavo le notti a rifare il lavoro dei miei collaboratori perché convinto di poterlo fare meglio. Poi mi sono accorto che questo era un sistema imperfetto.

C’è un tema che ho affrontato spesso negli ultimi anni dal punto di vista tecnico: il problema dei massimi e dei minimi locali. Se un’Intelligenza Artificiale impara solo ed esclusivamente dai dati che osserva, come è possibile che capisca se la situazione osservata è la migliore/peggiore solo tra le casistiche osservate o tra tutte quelle osservabili?

Ho iniziato ad applicare questo concetto anche alle persone che lavoravano con me. Quella che io consideravo perfezione non era altro che il mio massimo locale; l’unico modo per uscire da questa trappola è quello di aggiungere altri massimi locali, ed avere una visione molto più chiara della situazione. Da soli non si può fare un’impresa ambiziosa.

Questo il nuovo paradigma: avere in azienda qualcuno più bravo di me nello svolgere le varie attività.

Cosa resta, quindi, all’imprenditore? Il compito forse più difficile, sicuramente il meno misurabile: ispirare. Chiedere alle persone di dedicare i migliori anni delle proprie vite per inseguire il sogno di qualcun altro è impresa ardua; ispirarle a tal punto da far diventare quel sogno anche il loro è ciò che caratterizza un imprenditore di successo.


Leggi la lettera di Michele Grazioli +

PRESS

Parlano di noi